Disturbi del sonno e russamento

Dormo male e russo? I disturbi del sonno e l'OSAS

Quali sono i disturbi del sonno?

L’insonnia (negli USA 1/3 della popolazione si rivolge al medico almeno una volta nella vita per ottenere sonniferi), la sindrome del turnista (i lavoratori turnisti sono circa il 20% della popolazione lavorativa), la sindrome da sonno insufficiente (privazione cronica di sonno dell’uomo moderno che dorme ogni notte, in media, 1-2 ore in meno rispetto al necessario) la sindrome delle apnee ostruttive nel sonno o OSAS.

L’OSAS interessa circa il 2 % delle donne e il 4-8% degli uomini in età lavorativa ma viene poco diagnosticata: non è infatti individuata in circa il 93% delle donne e nell’82% degli uomini con sindrome moderata-grave ed in molti casi ciò è dovuto alla sottovalutazione dei sintomi da parte del paziente.

I disturbi del sonno sono causa di eccessiva sonnolenza diurna che la American Sleep Disorders Association definisce come la:
“Necessità di dormire irresistibile, non desiderata, non procrastinabile, inappropriata e persistente nelle ore”.

Quali conseguenze?

Incidenti stradali o occupazionali: le statistiche attribuiscono ai colpi di sonno un incidente stradale su quattro, il rischio di incidente per sonnolenza è il doppio rispetto a quello legato all’uso di alcolici, mentre gli incidenti stradali sono da 2 a 7 volte più frequenti nei pazienti con OSAS che nella popolazione generale.
L’OSAS ha inoltre importanti implicazioni nell’insorgenza di malattie come ipertensione, aterosclerosi e l’infarto, ictus, diabete e l’obesità

Sintomi e segni tipici di OSAS

Russamento
cefalea e bocca asciutta al risveglio
alterazione dell’umore e del comportamento (irritabilità, deficit di memoria e concentrazione)
riduzione della libido
risvegli frequenti con la sensazione di soffocare
stanchezza al risveglio maggiore che alla sera
sonnolenza diurna eccessiva.

La sonnolenza diurna
è il sintomo più invalidante: la sua entità può essere facilmente valutata utilizzando appositi questionari standardizzati, come la Epworth Sleepness Scale (ESS), mentre gli altri sintomi possono essere valutati con il test STOP-BANG

I test per i disturbi del sonno e OSAS

Rispondendo alle domande di questi due semplici questionari potrete valutare da soli se i vostri disturbi del sonno richiedano una consulenza in un centro specializzato.

I due test qui riportati sono standardizzati a livello internazionale per lo studio della sonnolenza diurna (ESS) e degli altri sintomi che caratterizzano l’OSAS (Stop-Bang). Vi suggeriamo di salvare/esportare questa pagina come PDF, di stamparla, di rispondere alle domande e di valutare i punteggi che otterrete. I questionari dovrebbero essere completati, SEPARATAMENTE, anche dal vostro partner. Se i risultati suggeriranno una visita specialistica, portate i questionari che avete compilato al vostro specialista. Lo aiuteranno a valutare meglio il vostro problema.

Chi deve fare i test?

chi russa continuamente
chi ha sonnolenza diurna
chi si sveglia al mattino
stanco come alla sera
chi si sveglia con cefalea o sensazione di secchezza della bocca
chi di notte si risveglia improvvisamente con sensazione di soffocamento
chi ha riduzione del desiderio sessuale
chi per lavoro deve guidare per molte ore ed ha avuto episodi di sonnolenza o colpi di sonno
chi è in sovrappeso
chi soffre di ipertensione, diabete, di disturbi cardiaci
chi ha difficoltà di respirazione nasale
chi soffre di allergie e/o asma bronchiale
chi ha disturbi del sonno

Epworth Sleepness Scale

Completate questo semplice test, poi sottoponetelo al vostro partner (vi raccomandiamo di rispondere separatamente alle domande!!!)
Mai = 0, a volte = 1, spesso = 2, sempre = 3
Se avete realizzato punteggi superiori al 9, DOVETE sottoporvi ad una visita ORL e a un’indagine del sonno, perché è probabile che abbiate un disturbo del sonno che può condizionare la vostra capacità di concentrazione e di veglia, esponendovi a gravi rischi soprattutto in macchina ed in situazioni che richiedono particolare attenzione. Se il vostro punteggio è inferiore al 9, il vostro disturbo del sonno non è grave, ma una visita specialistica ORL potrebbe aiutarvi a diagnosticare e risolvere un problema iniziale

Stop-Bang Test

Compilate ora questo test con l’aiuto del vostro partner
Se avete risposto più di 3 volte sì è consigliabile che vi sottoponiate ad una visita ORL e ad un’indagine del sonno perchè è possibile che abbiate un disturbo del sonno che può aumentare il vostro rischio di ammalarvi di aterosclerosi, infarto, ictus, ipertensione, diabete