IL LASER IN OTORINOLARINGOIATRIA


COS'E' IL LASER
COME AGISCE IL RAGGIO LASER
LASER CO2 E LASER A DIODI

COS'E' IL LASER

COS'E' IL LASER
La parola LASER, in Italiano, significa approssimativamente "amplificazione di luce per mezzo di emissione stimolata di radiazioni". Fu Einstein nel 1917 a scoprire il principio teorico del LASER, cioè la possibilità di emettere raggi luminosi in seguito a stimolazione, ma soltanto intorno agli anni '50, fu possibile mettere in pratica i principi teorici.
Il laser ad anidride carbonica (LASER CO2), il più utilizzato in otorinolaringoiatria, fu scoperto da Potel nel 1964 e sperimentato per la prima volta sull'uomo nel 1972.
Il raggio luminoso di un "LASER" ad anidride carbonica è composto da onde elettromagnetiche della stessa direzione, della stessa frequenza, fase e colore e si colloca nel campo dell'infrarosso risultando pertanto invisibile; per poterlo utilizzare è quindi necessario associarlo ad un altro raggio laser, visibile, privo di azione sui tessuti.
COME AGISCE IL RAGGIO LASER
COME AGISCE IL RAGGIO LASER
Il Laser è dunque un raggio di luce molto concentrata e la sua azione è dovuta ad un trasferimento di energia al tessuto recettore. L'energia fotonica è trasformata in calore e determinando fenomeni di foto-coagulazione (quando la temperatura del tessuto raggiunge i 50-60°) o fenomeni di vaporizzazione (quando la temperatura raggiunge i 100°); se la temperatura aumenta ancora si verifica una carbonizzazione dei tessuti. Questi differenti comportamenti variano con il diverso grado di assorbimento del raggio laser da parte dei tessuti oltre che con il tipo di laser utilizzato (I laser differiscono tra loro per la lunghezza d'onda del raggio emesso dipendente dal "mezzo attivo" stimolato: CO2, Argon, Rubinio, Diodi, Olmio, ecc.).
Il Laser chirurgico ha molti vantaggi sul bisturi in quanto permette una vaporizzazione dei tessuti con scarso sanguinamento, modesta infiammazione e rapida cicatrizzazione.
Diverse utilizzazioni del Laser in medicina
Il LASER è utilizzato in medicina da oltre 20 anni ed è soprattutto in oftalmologia che presenta le applicazioni più interessanti.
Attualmente LASER YAG e ad ARGON sono utilizzati per evitare i distacchi di retina e per distruggere la proliferazione anomala di piccoli vasi retinici che possono portare alla cecità. Più recentemente il Laser ad occimeri è utilizzato per scolpire la cornea e correggere la miopia. Permette inoltre il trattamento di patologie ginecologiche (lesioni del collo dell'utero), digerenti (piccoli polipi gastrointestinali) e cutanee (in dermatologia e chirurgia estetica).
LASER A CO2 e il LASER A DIODI in Otorinolaringoiatria
LASER A CO2 e il LASER A DIODI in Otorinolaringoiatria
Il LASER è stato utilizzato inizialmente nel trattamento di piccoli noduli e polipi delle corde vocali in microchirurgia laringea. Attualmente quello ad anidride carbonica è utilizzato per la chirurgia delle tonsille, di piccole neoformazioni o neoplasie della bocca e in alcuni interventi di microchirurgia dell'orecchio. Grazie ai recenti sviluppi della tecnologia, gli ultimi modelli di LASER CO2 ed il LASER A DIODI permettono il trattamento, con ottimi risultati, di gran parte delle patologie ostruttive nasali: creste e speroni del setto nasale, così come l'ipertrofia dei turbinati possono essere eliminati ambulatorialmente, evitando al paziente i disagi di un ricovero, della narcosi (anestesia generale) e del tamponamento nasale.
Va inoltre ricordato come nella chirurgia ORL l'uso del Laser si associ favorevolmente alle tecniche di microchirurgia e di chirurgia endoscopica: tale abbinamento consente, rispetto alle tecniche chirurgiche tradizionali, di ottenere risultati altrettanto soddisfacenti con un minor impegno per il paziente: tonsille, polipi e turbinati ipertrofici possono essere "vaporizzati" in anestesia locale in una o più sedute.
Negli ultimi anni l'utilizzazione del Laser si è estesa inoltre al trattamento della roncopatia (il russare) e delle apnee ostruttive notturne con asfissia cronica: in queste patologie l'uso del Laser si è rivelato affidabile, semplice ed efficace ed ha consentito il raggiungimento di risultati soddisfacenti in poche sedute ambulatoriali, in anestesia locale.

Lo sviluppo tecnologico attuale favorisce una medicina più semplice, degenze più brevi, più interventi ambulatoriali; si afferma il "day-Hospital" che consente al malato di ottenere i trattamenti diagnostici e terapeutici necessari senza interrompere le proprie abituali attività.
Il trattamento di numerose patologie ORL con il Laser a CO2 e con il LASER A DIODI risponde a questa evoluzione e alle richieste dei pazienti spesso preoccupati all'idea di un intervento chirurgico e dell'anestesia generale ad esso associata.

PER ALTRE INFORMAZIONI: (clicca sulla scelta)
CHIRURGIA LASER ASSISTITA IN ORL
DIAGNOSI E TERAPIA DELLA RONCOPATIA CRONICA

LE INFORMAZIONI SCIENTIFICHE E DIVULGATIVE CONTENUTE IN QUESTO SITO SONO BASATE SULLA NOSTRA ESPERIENZA E RIFERISCONO OPINIONI PERSONALI. IN OGNI CASO SI CONSIGLIA DI CONSULTARE IL PROPRIO MEDICO DI FAMIGLIA O LO SPECIALISTA

CREATED BY OTORINOLARINGOIATRI ASSOCIATI- LAST UPDATE MAGGIO 2009
COPYRIGHT © 1999 F.M. - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
SITO PROGETTATO PER UNA RISOLUZIONE DI ALMENO 800x600 PIXEL a 16mil di colori